Pubblicazione calendari venatori

2018-2019

___________________________________

 

 

Finalmente con le delibere della Giunta Regionale Toscana n. 767 del 09/07/2018 allegati "A" e "B" sono state deliberate le nuove norme per la stagione venatoria 2018-2019.

Le nuove delibere indicano che la stagione venatoria inizia domenica 16 settembre 2018 e si chiuderà il 31 gennaio 2019, anche se molto probabilmente di sarà un piccolo anticipo della stagione nei primi giorni di settembre, così hanno espresso le Associazioni Venatorie, compreso l'Italcaccia, e i vertici regionali nelle precedenti riunioni, includendo fin dal primo giorno alche lo storno.

Sull'abbattimento dello storno occorre fare molta attenzione poiché potrà essere abbattuto a non più di 100 metri da specifiche colture di cui l'olivo, la vite e gli alberi da frutto purché in questi vi siano i frutti pendenti e che siano messe in atto tutte le misure dissuasive (palloni predator, strisce luccicanti, strisce bianco rosse ecc. ecc.), così prevede la delibera della G.R.T. n. 629 del 11 giugno 2018.

Comunque su l'abbattimento di questa specie daremo più ampia informazione al momento opportuno, cioè prima dell'apertura della caccia.

Altro discorso è per la caccia di selezione che è iniziata 1l 13 giugno con il capriolo e finirà il 15 aprile 2019.

Nel nuovo calendario venatorio non sono tutte rose e fiori, ma ci sono, rispetto a quello dell'annata precedente, alcune limitazioni nel numero dei capi da abbattere, in particolare per l'allodola e la pavoncella.

Il calendario venatorio è quasi uguale per tutte le 10 provincie della toscana ma si differenzia solamente in 2 provincie per il periodo di apertura e chiusura della caccia al cinghiale.

Noi ci auspichiamo che presto si arrivi anche a superare queste differenze e che finalmente di arrivi ad un unico calendario venatorio uguale per tutta la regione toscana, in fondo le differenze che giustificano questa differenza non ci sono.

Pensate che abbiamo un A.T.C. FI 4 che è formato da 2 provincie, la Provincia di Prato e la Provincia di Firenze. Sono ben noti gli storici distinguo fra queste 2 provincie e ancora ai nostri tempi si riscontravano anche nel calendario venatori, ove non si era alcuna sincronia fa loro e quindi si arrivava ad avere, nel solito A.T.C., 2 calendari venatori differenti in alcuni punti.

Molta strada è stata fatta da quando si gestiva l'esercizio venatorio anche per singoli Comuni, generando nel cacciatore una confusione colossale.

Il lavoro è stato lungo, abbiamo dovuto più che altro lavorare sulle menti delle genti.

Noi a quei tempi non ci vogliamo tornare, ne abbiamo avuto fin sopra ai capelli, anche se i nostalgici sono ancore presenti e battaglieri, pronti a farsi avanti alla prima occasione. L'ora del clientelismo è finita. Si mettano l'animo in pace.

All'interno troverete pubblicati tutti i 10 calendari venatori delle provincie toscane sul link sotto riprodotto.

 

Calendari venatori 2018-2019

 

E a Voi tutti un sincero in bocca al lupo